Scegliere di trattare la propria condizione di obesità attraverso la chirurgia bariatrica, soprattutto quando questa ha raggiunto gli stadi più gravi e risulta quindi di classe II o III, è ormai sempre più consigliato dai medici di settore.

Affrontare un intervento non è però un processo senza sforzi o difficoltà e anche la vita dopo la chirurgia bariatrica richiede una costante attenzione da parte del paziente sul proprio stato di salute.

Come abbiamo avuto modo di vedere in recenti approfondimenti, la chirurgia bariatrica ogni anno compie passi importanti nella direzione dello sviluppo di nuove metodiche che crescano in efficacia ma diminuiscano in invasività sul paziente.

Tra le tecniche più innovative troviamo anche il palloncino endogastrico che va a ridurre il volume riempibile dello stomaco e a stimolare il senso di sazietà dopo mangiato.

Si utilizza un device che viene inserito nello stomaco o nel tratto duodenale del paziente e dopo un periodo in posizione deve essere rimosso, in genere dopo 6 o 12 mesi. Questo significa che a seguito dell’operazione di chirurgia bariatrica il trattamento si sviluppa in due fasi distinte: la prima, quando il sistema è in posizione e agisce direttamente sul metabolismo e sull’apparato digerente del paziente, la seconda quando questo viene rimosso e il corpo del paziente deve riassestarsi indipendente.

Vediamo dunque cosa comporta la vita dopo un intervento di chirurgia bariatrica.

La vita dopo la chirurgia bariatrica

chirurgia-bariatrica-dopo

Abbiamo dedicato alcuni approfondimenti ai protocolli pre e post operatori, che rappresentano due fasi molto importanti e delicate del percorso di cura del paziente obeso. In “Chirurgia bariatrica: i protocolli pre-operatori” abbiamo scritto:

Nonostante gli enormi passi compiuti dalla medicina moderna per rendere meno invasivi gli interventi di chirurgia bariatrica, possiamo comunque affermare che, a differenza di un trattamento basato su dieta o farmaci, quest’ultima abbia delle conseguenze molto più determinanti sulla vita ma anche sul corpo del paziente. Il rischio di complicanze è sempre più o meno presente e sia in fase pre che post-operatoria, il paziente dovrà sopportare un periodo di particolare stress fisico e psicologico.

Sottoporsi ad un’operazione di chirurgia bariatrica non è semplice: deve trattarsi di una scelta fatta in completa consapevolezza non solo dei rischi dell’intervento ma anche dell’impegno e del sacrificio che richiederà mantenere i risultati ottenuti.

La vita dopo la chirurgia bariatrica richiede infatti una grande attenzione al regime alimentare seguito e allo stile di vita scelto.

Una volta conclusa l’operazione, per far sì che da essa si possano ottenere i risultati sperati, il paziente dovrà consultare un esperto dietologo o nutrizionista che pianifichi la dieta più adeguata agli obiettivi di dimagrimento del paziente ma anche rispetto alle sue caratteristiche fisiche.

Ogni paziente è diverso e ogni tipo di operazione agisce in maniera specifica sul corpo del soggetto operato: il regime alimentare da seguire deve quindi rispecchiare la specificità del paziente e riequilibrare ogni possibile carenza nutrizionale.

Lo stile di vita che si sceglie, inoltre, può fare davvero la differenza tra un ricovero di successo e uno infruttuoso, anche se l’operazione chirurgica è stata portata a termine senza problemi.

Seguire le indicazioni del chirurgo curante è fondamentale, soprattutto nella fase in cui il device installato è ancora in posizione: è necessario infatti attivarsi fin da subito per recuperare progressivamente le capacità motorie e praticare esercizio ogni giorno con moderazione ma costanza, per abituare il corpo alla sua nuova condizione.

Subire un’operazione di chirurgia può risolvere una condizione di obesità altrimenti difficilmente trattabile, ma si tratta comunque di un  intervento che va a modificare come il corpo processa il cibo e assorbe i suoi attributi nutrizionali.

Il supporto di un team di medici specialisti è fondamentale per far comprendere al paziente come la vita dopo l’operazione debba subire un cambiamento radicale, che le vecchie e malsane abitudini vanno abbandonate e che le scelte da compiere per il proprio futuro devono andare nella direzione di una vita salutare ed equilibrata.