I progressi effettuati dalla medicina moderna hanno permesso di compiere enormi progressi nello sviluppo costante di nuove tecniche di intervento: l’obiettivo è fare un passo avanti rispetto alle tecniche finora offerte dalla chirurgia bariatrica tradizionale, per ridurne rischi e invasività.

Nei migliori e più avanzati centri al mondo si cerca di perfezionare, testare e adottare nuove tecniche di trattamento per l’obesità grave, puntando spesso su un approccio endoscopico, per ottenere risultati efficaci, riducendo allo stesso tempo i rischi di complicanze post-operatorie.

Quando si tratta un argomento delicato come la cura dell’obesità patologica, è sempre necessario premettere che nessun intervento sarà mai completamente efficace, se da un lato il paziente non sarà affiancato dai giusti specialisti, e dall’altro se egli stesso non dimostrerà una forte determinazione e di essere pronto a un costante impegno.

In un centro all’avanguardia come il Milan Obesity Center, siamo consapevoli dell’importanza di seguire il paziente in ogni passo del trattamento, pre e post operatorio: per questo motivo abbiamo concentrato un team di specialisti d’eccellenza in grado di seguire il paziente nelle diverse fasi della cura.

La fase di preparazione all’intervento è importante tanto quanto quella post-operatoria: dopo essere stato selezionato, il paziente deve iniziare a seguire un regime alimentare adeguatamente prescritto da un esperto nutrizionista e deve essere seguito da uno specialista in psicologia o psichiatria che possa sostenerlo e aiutarlo nel percorso che dovrà affrontare. Il paziente obeso arriva a scegliere di affrontare l’operazione dopo aver tentato di perdere peso con una dieta o una cura farmacologica rivelatesi fallimentari: è importante che comprenda cosa l’intervento comporterà, non solo in termini di riabilitazione e degenza, ma soprattutto di radicale cambiamento del proprio stile di vita.

Cosa fare dopo un intervento di chirurgia bariatrica

dieta-post-operatoria

È dunque essenziale informare il paziente di quanto profondo debba essere l’impegno che lui stesso dovrà dedicare alla sua riabilitazione e al mantenimento degli effetti benefici dell’operazione, comunicando precisamente quale dovrà essere il nuovo stile di vita e nutrizionale che dovrà mantenere. Perché l’intervento sia di successo è fondamentale che il paziente abbia un atteggiamento partecipativo, che non vada perduto dopo l’operazione.

Da quando il paziente si sarà sottoposto all’operazione, dovrà adottare un nuovo approccio dietetico, sempre affiancato ad un’appropriata attività fisica costante, che inciderà grandemente sulla riuscita del trattamento. In un primo momento, nelle 24-48 ore successive all’intervento, il paziente dovrà seguire una dieta esclusivamente liquida.

Nel periodo immediatamente successivo è importante che il paziente controlli la frequenza e il volume dei suoi pasti. La prima deve essere scandita dai tre momenti principali, colazione, pranzo e cena, più due o tre spuntini tra questi, che lo aiuteranno a controllare la fame e a sentirsi sazio.

Il volume dei pasti deve essere limitato e, per non sovraccaricare lo stomaco e quindi incorrere in un senso di nausea, sarà bene non bere mentre si mangia ma mezz’ora prima e dopo.

Un altro fattore molto importante è lasciare che il paziente consumi la sua razione di cibo lentamente, per abituare lo stomaco alle sue nuove dimensioni, o come nel caso del pallone endogastrico. In generale il paziente dovrà seguire una dieta equilibrata, priva di grassi o carboidrati, e che privilegi cibi semplici e nutrienti.

Sotto ulteriore indicazione del nutrizionista, viene solitamente consigliata a pazienti che hanno subito un intervento di chirurgia bariatrica, l’assunzione di integratori multivitaminici (in particolare vitamina B12 e A, Ferro e Calcio) e sali minerali, per sopperire alle eventuali carenze che potrebbero essere causate dall’operazione.

Il paziente che ha scelto l’intervento chirurgico dovrà infine sottoporsi a controlli clinici periodici, che richiederanno esami ematochimici costanti. Per questo motivo il Milan Obesity Center si avvale di un laboratorio esami interno, che faciliti il controllo costante del soggetto operato.